Parco Nazionale del Circeo

Il Parco Nazionale del Circeo si estende per circa 8500 ettari interamente in Provincia di Latina nei territori comunali di Latina, Sabaudia, San Felice Circeo e, per l’isola di Zannone, di Ponza. L’istituzione del Parco, avvenuta nel 1934, quando l’intera area pontina era sottoposta ai radicali interventi di prosciugamento ed appoderamento della bonifica integrale, evitò il totale disboscamento dell’antica ed intricata “Selva di Terracina” di cui una piccola porzione risparmiata dal taglio costituì, insieme al Lago di Sabaudia, alla Duna Litoranea ed al Promontorio del Circeo, la prima configurazione del Parco. Con vari successivi provvedimenti, poi, il Parco del Circeo ha via via modificato la sua superficie e migliorato la sua qualità con l’istituzione di Riserve Naturali e riconoscimenti internazionali di valore ambientale.
Il valore ambientale del Parco è inoltre arricchito da importanti ritrovamenti di reperti preistorici, quali un cranio dell’uomo di Neanderthal nella Grotta Guattari (1939), ed archeologici, in buona parte riferibili all’epoca romana, con opere di raffinata ingegneria residenziale ed idraulica, come il porto-canale di Torre Paola e il complesso termale-residenziale della Villa di Domiziano.