L’Ospedale e l’Opera Nazionale Maternità Infanzia

Progettati dall’architetto Angelo Vicario, gli edifici, ancora oggi sede dell’ASL e del Punto di Primo Intervento, erano destinati all’assistenza medica, con particolare riferimento alle donne e ai bambini.
L’Ospedale, che si sviluppava su tre piani, comprendeva un ambulatorio, un reparto di Chirurgia, una sezione di Ostetricia, gli ambienti della direzione e il dormitorio per il personale.
Accanto, un altro edificio, sede dell’Opera per la Maternità e l’Infanzia, era suddiviso in due settori, uno per l’assistenza delle madri, l’altro per quella dei bambini. L’intonaco è di color giallo tenue, zoccoli e cornici in peperino di Viterbo ed il portico è rivestito in travertino di Cisterna.
Nei pressi sorgevano molti villini, alcuni ancora ben visibili, che ospitavano i medici dell’Ospedale.